Amatori Tivoli Rugby
Noi non giochiamo a Rugby, noi siamo Rugbysti

Articoli nella categoria Serie C

Seniores: una partita intensa

RUGBY

Giornata pesante (2 febbraio), dal punto di vista meteo, giornata che ha piegato molti altri sport, costringendoli alla rinuncia…..
….già, rinuncia, parola difficile da coniugare con lo spirito del Rugby. Ed infatti i nostri ragazzi e quelli dello Spartaco, agli ordini di un arbitro a dir poco “stoico” al quale vanno i nostri più sentiti ringraziamenti, sono regolarmente scesi in campo per dar vita ad una partita intensa, senza pause, come se la pioggia incessante fosse qualcosa che non li riguardasse.
Potrei dar notevole risalto alla vittoria schiacciante della Tivoli Rugby ma non me la sento, no, perchè in una giornata del genere chi ha avuto il coraggio di scendere in campo è da considerarsi vincitore, qualsiasi sia il colore della maglia che indossa.
A chi legge vorrei dire che questo è il messaggio del rugby in momenti del genere. Fare fronte comune, sempre e comunque alle avversità, raggiungere un obiettivo nel disaggio quando gli altri rinunciano rende maturi i nostri ragazzi, dà loro una marcia in più nel superamento dei problemi di tutti i giorni.

Tivoli Rugby vs Garibaldina Aprila 18-5

Prima di parlare della partita, un pensiero va a Gabriele Mennini, purtroppo un infortunio ad un braccio lo ha costretto ad abbandonare la partita, e ne avrà per un po’, a lui tutti i migliori auguri da parte della società Tivoli Rugby, e da me in particolare.
La partita: finalmente una prova di orgoglio, forza e deteminazione che ha avuto buon esito anche sull’inferiorità numerica subita per gran parte dell’incontro.
Partenza al fulmicotone dei nostri ragazzi che già nei primissimi minuti vanno in meta con Simone Amici, che si occupa anche della trasformazione, portando la propria squadra in vantaggio per 7 a 0.
Pochi minuti e Riccardo Rosavini si invola sulla fascia sinistra, salta uno dopo l’altro gli avversari che tentano di contrastarlo, e conclude in meta, Amici manca la trasformazione e il punteggio viene fissato sul 12 a 0.
Purtroppo troppi falli di squadra portano ad un giallo di Marraffa, la superiorità viene sfruttata al meglio da parte della Garibaldina, che in maul riescono a spingere la palla a terra e portare i primi 5 punti nel loro tabellino, non c’è la trasformazione quindi il punteggio passa sul 12 a 5 per la Tivoli Rugby.
La tegola arriva prima delle fine del primo tempo: in una fase concitata di gioco, l’arbitro Corvino, ottimo il suo arbitraggio, giudica meritevoli di cartellino giallo un giocatore della Garibaldina, e uno del Tivoli. Il giocatore blaugrana è Marraffa, secondo giallo, automaticamente scatta il rosso, e quindi Tivoli resta in 14 per tutto il resto del match. Il primo tempo finisce senza ulteriori scossoni, si va al riposo sul 12 a 5.
Qui esce l’orgogilio della squadra, quell’orgoglio che il coach Massari aspetta di vedere in campo in ogni partita, in ogni situazione di gioco. Infatti, nonostante la Garibaldina cerchi in ogni modo di accorciare nel risultato, i ragazzi della Tivoli si difendono con determinazione, respingendo ogni attacco degli avversari. Anzi, nel momento in cui si profilava la possibilità di resa, in quanto per 10 minuti, causa giallo nei confronti di Cardillo, Tivoli resta in 13 contro 15, un calcio di punizione ottenuto in fase di attacco nella metà campo Garibaldina, fa aumentare il divario, altri 3 punti che portano i risultato sul 15 a 5.
La Garibaldina tenta ancora di colmare il divario, ma non ci riescono, piuttosto ci concedono un nuovo calcio piazzato, che Amici non sbaglia, risultato finale 18 a 5.
Troppi alti e bassi in questa stagione, la squadra non riesce a trovare una uniformità di gestione del gioco, oggi davvero bravi, la scorsa settimana pessimi nella sconfitta contro l’Anzio. Ora diventa necessario dimostrare di aver preso la strada giusta, continuando a giocare in questo modo, con forza di volontà, orgoglio, e mettendo in campo tutto se stessi.
Prossima partita il 17 febbraio, ore 14:30, presso il campo Tre Fontane di Roma, avversari di turno la Rugby Roma Club
dandi

Ritorno alla vittoria in casa tiburtina: Tivoli – Civita Castellana 38 a 12

Bella prova da parte della Tivoli Rugby, su un campo al limite della praticabilità causa la forte e continuativa pioggia odierna, che ha cancellato le altre 2 partite in programma, quella della Under 16 e della Under 20. Sei mete, ma soprattutto una bella prova corale di orgoglio e carattere, hanno fissato il risultato nettamente in favore dei blaugrana tiburtini, 38 a 12 lo score finale.
L’avvio è stato, però, da brividi: calcio d’inizio del Tivoli, contrasto sulla linea dei 10 metri con gli avversari, avversari che ripartono con un calcio molto profondo, l’estremo civitonico che rincorre la palla inseguito da Fois e da Amici, spinta all’avversario, e l’arbitro assegna la meta tecnica, trasformazione al centro dei pali, 7 a 0 per il Civita Castellana e si riparte come nulla fosse successo.
Un inizio di questo livello avrebbe potuto tagliare le gambe ai nostri ragazzi, ma invece la partenza con l’handicap tira fuori quella rabbia agonistica che, unita ad un maggior peso in fase di spinta, è diventata la chiave di volta per capovolgere completamente l’andamento della partita.
Infatti non passa molto tempo che una maul si trasforma nella meta che, insieme alla trasformazione di Simone Amici, porta le squadre in parità. Autore della meta Carlo Donadio, autore anche della seconda meta, sempre in maul, che porta la Tivoli Rugby in chiusura del primo tempo in vantaggio sul punteggio di 14 a 7.
Consapevoli della superiorità nelle fasi statiche, i tiburtini prendono completamente in mano la partita, offrendo sprazzi di bel gioco, nonostante la pesantezza del campo, e dopo pochi minuti mettono una seria ipoteca sulla partita con la terza meta, guarda caso in maul, di Dario Sperandio. Una volta sul 21 a 7, e con un avversario alle corde, i ragazzi tiburtini continuano a spingere, e con Simone Amici, questa volta con una azione dei tre/quarti, ottengono la quarta meta, quella del bonus, soprattutto infondono la sicurezza di un risultato già conseguito. Ancora Leonardo Basso e Alessio Di Carlo (alla sua prima meta con la Tivoli Rugby), portano il risultato a livelli esagerati, ci pensano i civitonici a ridurre il divario grazie alla loro seconda meta. Finisce la partita, risultato finale 38 a 12.
Una partita bella, schietta, dove la forza fisica, l’orgoglio, e la volontà di vincere, è stata nettamente a favore della Tivoli Rugby, 80 minuti condotti senza un attimo di pausa ai massimi livelli da parte di tutti i componenti, sia coloro che erano in campo che quelli subentrati nel corso della ripresa. Mete di forza, ma anche intelligenza tattica nello spostamento al piede di un ispirato Giulio Nobili, per giocare sempre nella metà campo avversaria, un concentrato di sinergia dove tutti hanno dato il loro meglio, questo è il mix con il quale oggi Tivoli ha surclassato gli avversari del Civita Castellana.
Nel rugby si usa eleggere il man of the match, io questo premio lo darei alla squadra, ma soprattutto alla costanza con la quale il tecnico della Tivoli Rugby, Damiano Massari, ha motivato giorno dopo giorno, allenamento dopo allenamento,i propri ragazzi, uscendo da un periodo abbastanza oscuro dove non solo i risultati, ma anche il gioco, latitavano. Non abbiamo ancora la certezza che si sia trovato il bandolo della matassa, ma intanto è il caso di goderci questo risultato, come nelle sconfitte abbiamo cercato di analizzare i nostri errori.
Prossima sfida domenica 27 gennaio, sul campo dell’Anzio, squadra forte contro la quale dobbiamo trovare continuità nel gioco e nei risultati.
dandi

Sconfitta la squadra senior alla prima uscita del 2013

Sconfitta pesante, 10 a 36, quella subita oggi dal Tivoli nel campo amico di Rocca Bruna, da parte di una ordinata Rugby Roma 2000. Risultato maturato già nel primo tempo, nel secondo maggior equilibrio, ma la squadra romana si porta via i 4 punti in palio.
Inizio partita solito, squadre che si cominciano a studiare, cercando ognuno di individuare il punto debole degli avversari. Il tatticismo viene rotto dalla Rugby Roma, che piazza il primo calcio e si porta sul 3 a 0. Tivoli che cerca di reagire, e ottiene a sua volta un calcio di punizione, trasformato da Simone Amici. Da quel momento in poi, passa in cattedra l’ottima apertura della Rugby Roma, autore di una bella prestazione, i suoi calci hanno sempre tenuto il pallino del gioco nella metà campo tiburtina, infallibile nei calci piazzati. Di suo Tivoli ha cercato di aiutare il gioco degli avversari, agevolando le due mete del primo tempo che hanno reso, insieme ad un drop dell’apertura romana, già importante il divario che ha permesso la squadra ospite di gestire al meglio il secondo tempo. Risultato del primo tempo 20 a 3 per la Rugby Roma 2000.
Il secondo tempo inizia con una impennata di orgoglio dei blaugrana tiburtini, ma i primi 3 punti sono siglati dagli avversari, con un calcio del solito mediano di apertura, e con un cartellino giallo che ci penalizza e ci costringe a giocare in 10. Pochi minuti, e un fallo professionale del pilone della Roma, rimette i contendenti in parità, Tivoli aumenta la pressione, e con una maul bel costruita, schiaccia in meta con Ivan Rossi, trasforma con Simone Amici, e riduce il distacco portandosi sul 10 a 23. Potrebbe essere l’inizio di una possibile rimonta, ma un calcio piazzato e un drop, condito da una meta di squisita fattura, eseguito il tutto dal (indovinate chi?) mediano di apertura della Rugby Roma 2000, chiude ogni velleità del Tivoli Rugby, risultato fissato sul 10 a 36, dopo la trasformazione della meta realizzata.
Prima partita dell’anno solare 2013, poche note positive del Tivoli Rugby, non c’è mai stato quel cambio di passo che ci vuole quando si viene chiusi dagli avversari, avversari che hanno fatto non moltissimo, ma sono stati molto bravi nel tenerci nella nostra metà campo, nello sfruttare tutti gli errori che abbiamo commesso in fase di chiusura, e soprattutto evidenziando la grande vena del loro mediano di apertura.
Siamo al giro di boa, da domenica prossima inizia il girone di ritorno, avversario di turno il Civita Castellana, con il quale Tivoli subì la prima sconfitta dell’era Massari, sarà compito del tecnico trovare le contromisure per mettere in campo una squadra in grado di riscattarsi immediatamente, vuoi per la sconfitta odierna, vuoi per battere un forte Civita Castellana.
Appuntamento, quindi, domenica 20 gennaio alle ore 14:30, presso il campo di Rocca Bruna.
dandi

PROSSIMI APPUNTAMENTI

SERIE C PLAY OUT
19/2 Rugby club Latina – Tivoli Rugby
5/3 Fiumicino – Tivoli Rugby
19/3 Tivoli Rugby – Pol. Abruzzo Rugby
26/ 3 Roma Urbe Rugby – Amatori Tivoli Rugby

RITORNO
2/4 Civita Castellana – Tivoli Rugby
9/4 Tivoli Rugby – Rugby club Latina
23/4 Tivoli Rugby – Fiumicino
30/4 Polisportiva Abruzzo Rugby – Tivoli Rugby
7/5 Tivoli Rugby – Roma Urbe Rugby

UNDER 16
Capitolina - Amatori Tivoli Rugby - ore 11 Roma domenica 19 febbraio  

RISULTATI Week-end


UNDER 16
Tivoli Rugby 17 - Capitolina/2 10