Archivia Dicembre 31, 2010

Amatori Tivoli Rugby, avanti con il sostegno

Maurizio Piervenanzi Presidente Tivoli Rugby

Maurizio Piervenanzi

A colloquio con Piervenanzi, presidente dell’ATR, che ad XL dice “Lavoriamo ad un progetto che coinvolga la Valle dell’Aniene”

Il rugby è uno sport di gruppo prima che di contatto. Uno dei valori propri del gioco con la palla ovale è il sostegno. Si avanza con il sostegno di tutti e non con azioni solitarie. In mischia, come ha notato un profano di questo sport, non ci si incita chiamandosi per nome, ma urlando all’unisono il proprio comune senso di appartenenza ai colori e alla maglia. E’ uno sport dove all’individualità viene anteposto il collettivo.

Fatte queste premesse, verrà semplice capire che è stato quasi un passo obbligato per il Tivoli Rugby intavolare un rapporto di collaborazione con le altre realtà rugbystiche locali per sviluppare un progetto comune.

Attualmente collaboriamo già con quattro società diverse”, dice il presidente dell’Amatori Tivoli Rugby, Maurizio Piervenanzi. “Si tratta della società Rugby Senza Confini di Zagarolo, con la quale c’è un accordo per far sì che le due rappresentative Under10 e Under12 giochino con i colori della società zagarolese, mentre i ragazzi dell’Under14 e Under 16 giochino con la maglia del Tivoli. Va sottolineato che l’educatore della rappresentativa Under14 è Giulio Checchi del Subiaco Rugby, società con la quale portiamo avanti anche il progetto “A Scuola di Rugby” (vedi riquadro a fianco, ndr). Preziosi e importanti devono essere intesi il rapporto con l’Appia Rugby, con cui si condivide la rappresentativa Under18, e quello con il Praeneste Rugby, società con la quale si è scelto di intraprendere un progetto per la categoria Seniores (dando la possibilità ai giovani talenti del nostro vivaio di fare esperienza disputando il campionato di Serie C, ndr). In più è in via di definizione il rapporto di collaborazione con la società Nuovo Salario, presente nella città di Roma, anche in questo caso si tratterebbe di un progetto per il settore giovanile.”

Qual è il fine di tutto questo fiorire di collaborazioni?Psychic Lotto Formula – We R New But We Work Harder To Make You Sales

ong>

Il nostro scopo è quello di creare un polo unico che abbracci l’intera Valle dell’Aniene. Tenga presente che ad oggi, tra il progetto “A Scuola di Rugby” e il settore giovanile, sono più di 500 i giocatori coinvolti e tutti sotto i 18 anni. Stiamo portando avanti un progetto sulla sensibilizzazione al problema del bullismo e siamo attenti a tutte le problematiche inerenti il sociale. Ma non ci basta, vorremmo avere la possibilità di accogliere molti più giovani.

Come è strutturata la vostra società?

Continuiamo orgogliosamente a portare in alto i colori e il buon nome della nostra Città, ma purtroppo non abbiamo un main sponsor che ci supporti. Tutto quello che vede è il frutto del duro lavoro di tutti i dirigenti e dei tifosi dell’Amatori Tivoli Rugby. In questo momento l’ATR si regge sulle proprie gambe grazie anche ad una politica di autofinanziamento che ha coinvolto tutti i tesserati. Negli anni precedenti siamo riusciti a portare a termine le nostre attività e i nostri progetti grazie anche agli aiuti che ci sono stati generosamente offerti da vari sponsor della zona. Da molti anni, ad ogni partita casalinga della rappresentativa Seniores, il ristorante la Tenuta di Rocca Bruna ci offre il terzo tempo. Importante è anche la vicinanza che le istituzioni non ci hanno mai fatto mancare. Nonostante la situazione di forte crisi e ristrettezze, la ‘giunta Gallotti’ si è mostrata sensibile nei nostri confronti.

Qualche risultato lo avete visto?

La nostra società, per quanto giovane (è nata nel 2004, ndr), si sta imponendo nel panorama laziale come una tra le più stimate realtà. I dirigenti del settore Junior dell’Unione Rugby Capitolina, ovvero una delle società che è sempre stata nell’alto livello del rugby nazionale, ci hanno pubblicamente elogiato per l’ospitalità, l’ambiente, il terzo tempo, nonché per la correttezza dei nostri giocatori e del pubblico. Questo è uno stimolo in più per continuare sulla strada tracciata che è quella, oltre delle soddisfazioni sportive, di fornire un modello a chi si avvicina a questo sport e alla nostra società. Con orgoglio possiamo dire che il rugby è già di per sé un ottimo modello comportamentale. Non vedrà mai un giocatore di rugby contestare una decisione dell’arbitro o peggio ancora insultare un avversario o un proprio compagno di squadra, perché il rugby è prima di tutto rispetto per se stessi e per gli altri.

Pasquale Giordano

zp8497586rq

L’Under 16 supera il Segni e il rugby vince sul calcio

VILLA ADRIANA- In una giornata nuvolosa al campo di Rocca Bruna domenica 19 dicembre si è disputata la partita del campionato di Under 16 dell’Amatori Tivoli Rugby contro il Segni. Diciamo subito che i nostri ragazzi, reduci dalla debàcle di Avezzano, attendevano questo incontro per riscattarsi…e cosi è stato. Il rotondo risultato 48 a 0 li premia degli impegni e degli sforzi che settimanalmente si sottopongono sotto la guida dei loro allenatori Christian e Alberto, veri trascinatori per questi ragazzi. La squadra ospite non ha fatto più di tanto, ma l’Amatori Rugby Tivoli ha messo in campo una buona impostazione, non ripercorrendo errori delle partite precedenti, questo significa che il gruppo sta crescendo…anche per la contentezza del presidente Maurizio Piervenanzi. che si sta prodigando per mantenere la società in uno standard di grande società.

Ma volevamo ricordare, se c’è ne fosse bisogno, che il rugby vince sul calcio, visto quello che domenica scorsa difronte a noi si è consumato un brutto episodio di inciviltà. Era in corso la partita del campionato di calcio di seconda categoria tra Corcolle e Poli, dove si sono verificati degli incidenti di violenza tra giocatori e pubblico culminati con un signore di 70

anni ferito al volto da un giocatore locale. Sono intervenuti i Carabinieri della caserma di Tivoli Terme che hanno ascoltato le parti, preso le generalità mentre l’autobulanza accompagnava l’anziano-tifoso all’ospedale tiburtino, dopo aver ricevuto le cure e le attenzioni dei dirigenti e dei familiari dell’Amatori Rugby Tivoli alle prese con il terzo tempo. Un brutto episodio di violenza da condannare a 360 gradi senza attenuanti….mi domando perché la società non ha predisposto misure di sicurezza visto che l’impianto è condiviso con un'altra realtà sportiva…dove girano i dei bambini che credono allo spirito agonistico puro e semplice.

zp8497586rq

ALLENAMENTI PRIMA SQUADRA DICEMBRE E FESTIVITA’

Gli allenamenti della prima squadra, causa festività, osserveranno le seguenti date:
martedì 21 – martedì 28 – mercoledì 29
da gennaio, si riprenderà con il normale corso, martedì – mercoledì – venerdì

E' importante la presenza di tutti nelle giornate indicate, ci aspetta il 9 gennaio una agguerrita gara in quel di Fiumicino
E non mi tornate troppo grassi, abbiamo già prime linee a sufficienza!

dandi

zp8497586rq

Tivoli Rugby Vs Frascati 12 a 8

La Tivoli Rugby chiude con il botto il 2010, conquistando la decima vittoria su dieci incontri fin qui disputati durante il girone di andata del campionato regionale, girone 1 serie C Lazio.
Squadra difficile per noi quella di Frascati, la loro velocità sapevamo ci avrebbe potuto mettere in difficoltà, ma nel complesso della partita la situazione è stata sufficientemente tenuta sotto controllo.
Si parte e dopo pochi minuti, con un classico quanto oramai rituale drop, Crsti coglie i primi 3 punti dei 12 totali che metterà tra i pali grazie ad un altro drop e a due piazzati.
Da quel momento in poi, la partita è rimasta su dei livelli di gioco abbastanza equilibrato, il Frascati provava a sfondare sulle ali, mentre il Tivoli manteneva il più possibile il gioco con gli avanti, e solo le soluzioni da calcio piazzato hanno dato i primi punti alle due squadre, chiudendo il primo tempo sul 12 a 3 per Tivoli.
Nel secondo tempo, Tivoli con

trollava la partita, cercando di sfruttare ancora qualche piazzato di Cristi, ma lo stesso Cristi subiva un infortunio al ginocchio che gli impediva di realizzare ancora, ma soprattutto lo metteva fuori dalla gara, sostituito dal rientrante, e più che benvenuto, Marco Alfonsi .
Gli ultimi minuti vedevano un ruggito del Frascati, che ad un minuto dalla fine riusciva a trovare quella meta che li portava ad 8 punti, meta non trasformata, ma che creava qualche timore tra tutti i presenti.
La partita si chiudeva senza ulteriori emozioni, la Tivoli usciva meritatamente vincente dall’incontro, anche se non dimostrando una netta superiorità, ma sapendo meglio sfruttare le occasioni al piede che gli sono capitate.
Complimenti al Frascati, mai domo, bella squadra molto leggera ma allo stesso tempo molto veloce, a nostro merito di aver tenuto mentalmente sapendo che, ogni domenica, siamo sempre di più l’avversario da battere!
Grandi ragazzi!

zp8497586rq