Largo ai giovani

Largo ai giovani

Il Tivoli Rugby cresce sempre di più a livello giovanile
di Fabio Mezzetti

Mentre la selezione impegnata nel campionato di serie C, sfrutta la pausa di due turni, per gli impegni degli eroi azzurri, e cerca di ritrovare lo smalto dei vecchi tempi, società e tifosi rivolgono lo sguardo alle categorie giovanili.
Sabato scorso, sul terreno amico di Roccabruna, ad accendere i riflettori è l' under 19 di Alberto Bitocchi. La squadra sembra avere le caratteristiche del suo allenatore; forza e coraggio non gli mancano. Se da una parte i risultati sono ancora deludenti, dall'altra la determinazione e un gioco concreto sono però una realtà.
Contro una ben più esperta ed organizzata Primavera i giovani tiburtini terminano la gara 12 a 17 in favore dei romani.
Tra i protagonisti, della fredda serata, si annotano i nomi di Izzo e Poggi, autori di una meta ciascuno.
La domenica, invece, è la volta della promettente under 15, che sembra essere destinata a diventare il fiore all'occhiello della società.
I ragazzi capitanati dall'avanti Prestileo, rifilano un sudatissimo 24 a 19 contro i pari età del Rugby Old Trotters (Anzio). Dopo gli 80 minuti più intensi della stagione, i giovani di Dandolo, c

hiudono la gara portando a segno ben 5 mete. Tra i marcatori Prestileo (2), Iannoni, Rosavini e Colasazzi.
Una nota di merito va anche agli esordienti Diaz e Lenzi F.
Meno bene sono andati, sia dal punto di vista del gioco che dei risultati, i ragazzi del' under 13 e under 17.
I primi nel concentramento domenicale di Montevirginio pagano l'inserimento di molti nuovi innesti, con una prestazione deludente, che vede solo il piccolo Montanari confermarsi metaman della squadra (5 mete in totale), gli altri nella trasferta di Fiumicino si vedono rifilarsi un sonante 82 a 12, con il coriaceo capitan Amici ancora autore di una meta e prestazioni di livello superiore.
A queste due categorie però, va dato il merito di aver incrementato di molti elementi, se pur ancora acerbi, gli organici nel giro di pochi mesi; segno che il movimento rugbystico tiburtino sta crescendo sempre più, grazie anche al lavoro di tecnici e dirigenti.
Tale coinvolgimento, però, al momento si ripercuote sul gioco, con risultati scoraggianti e prestazioni a fasi alterne.
Ma le parole dei due mister Mezzetti (U.13) e Cerquatti(U.17) lasciano ben sperare: “Siamo pronti ad accettare la sfida, lavoreremo duro insieme ai ragazzi per lasciare un segno indelebile nella storia di questa società”.
Ad Maiora Tivoli Rugby.

zp8497586rq
AdminTivoliRugby2013

I commenti sono chiusi
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.