Matteo Drudi alla corte del Benetton Rugby

Il Benetton Rugby ha ufficializzato il gruppo composto dai 6 permit players, sotto contratto con il club biancoverde, che integreranno la rosa in vista della prossima stagione. Si tratta degli atleti: Filippo Alongi,,Riccardo Favretto, Paolo Garbisi, Gianmarco Lucchesi , Manuel Zuliani e il nostro Matteo Drudi.

Matteo è cresciuto rugbisticamente nella Tivoli Rugby per poi passare all’Unione Rugby Capitolina, per poi difendere i colori del Frascati Rugby Club. È stato ammesso al primo anno accademico del centro di formazione FIR Under 18 nella stagione 2016/2017.

Invitato un anno fa ad aggregarsi al raduno estivo del Benetton Rugby, Drudi ha rappresentato la nazionale italiana nelle selezioni Under 17, Under 18 e Under 20. Ha partecipato al Mondiale U20 2019 e al Sei Nazioni U20 2019 e 2020, raccogliendo in totale 13 presenze e 3 mete.

Un sincero ed affettuoso augurio da tutta la famiglia della Tivoli Rugby

Sei Nazioni 2018: i prezzi dei biglietti

La Federazione Italiana Rugby ricorda che è possibile acquistare abbonamenti e biglietti singoli in vista del Sei Nazioni 2018.
La squadra di Conor O’Shea sarà impegnata due volte in casa allo stadio Olimpico di Roma, rispettivamente contro Inghilterra (nella giornata inaugurale, domenica 4 febbraio alle 16) e Scozia (nella giornata conclusiva, sabato 17 marzo ore 13.30).  Abbonamenti e biglietti singoli sono in vendita, come sempre, presso i canali messi a disposizione dal ticketing partner ufficiale di FIR (a questo link tutte le informazioni).

Di seguito invece i dettagli sul costo di abbonamenti e ingressi singoli.

sixnation

ABBONAMENTO 2 GARE
Itallia vs Inghilterra  Italia vs Scozia

Monte Mario Top  €144 €115
Monte Mario €112 €90
Tevere Top  €120 €96
Tevere  €96 €77
Distinti  €64 €51
Curve  €48 €38

Tivoli Rugby: il gruppo cresce bene e pensa al futuro

Tivoli Rugby: il gruppo cresce bene e pensa al futuro . “Ormai, quasi a fine stagione è tempo di tirare le somme. Ci sono state vittorie, sconfitte, qualche rammarico – scrive l’allenatore Christian Salierno –  ma soprattutto una grande crescita. Crescita intesa non solo come miglioramento di gioco ma soprattutto di quei valori che contraddistinguono questo sport. Riuscire a controllare una palla ovale comporta molte difficoltà; il rugby è uno sport in cui forza, agilità e velocità sono fondamentali; molto difficilmente però queste qualità si trovano racchiuse in una sola persona. Nel rugby c’è bisogno del giocatore forte e di quello veloce ma anche della persona astuta che riesce a capire il gioco della squadra avversaria a sostegno dei propri compagni, c’è spazio per tutti a patto che vi sia l’impegno e la voglia di essere in sintonia con i propri compagni.

Tivoli Rugby: il gruppo cresce bene e pensa al futuro 

Una società di rugby ha come primo obiettivo quello di crescere grandi uomini e non grandi campioni e questa crescita non si sviluppa solo sul campo da gioco ma anche fuori, perchè chi è rugbista lo resterà sempre sia dentro sia fuori del campo. Lealtà, senso di responsabilità, spirito di sacrificio, amicizia, impegno, coraggio, gioco di squadra, questi valori sono il dna del rugby e del rugbista ma coinvolgono anche tecnici, dirigenti e tifosi. tutto Ciò è perfettamente incarnato dalla Tivoli Rugby, un ambiente familiare, pulito che rispecchia tutti i valori che contraddistinguono questo sport ed è proprio grazie a questo ambiente sano che la famiglia del mini rugby, che costituisce l’ossatura di una società rugbista, è andata sempre in crescita. Under 16 un gruppo ad anno zer formato da ragazzi provenienti quasi tutti dal mini rugby, si sono trovati a dover affrontare nuove regole nuove tecniche di gioco. Piano piano stanno diventanto un vero gruppo, sono riusciti ad ottenere nella prima fase, due belle vittorie contro la Paganica e contro la Capitolina. Hanno le capacità di fare ancora tanto, hanno bisogno di giocare, di confrontarsi con altri avversari per acquisire dimestichezza con il gioco e quella freddezza di cui il rugbista ha bisogno. Il rugby si gioca con la testa, non solo con le mani. Anche a questo la grande famiglia del Rugby Tivoli sta provvedendo; una famiglia formata da dirigenti, genitori, giocatori, tifosi e tecnici che il 9 aprile si è stretta attorno ai ragazzi della prima squadra.

Tivoli Rugby: il gruppo cresce bene e pensa al futuro 

Un gruppo che non si è arreso e che ha giocato con la testa e con il cuore per cercare di mantenere quel posto in serie C che merita. Ognuno ha dato il meglio di se stesso e ha reso difficile la vita sul campo agli avversari; ha affrontato la partita con coraggio, con sacrificio supportato dalla grande famiglia che era fuori dal campo ma che ha dato il sostegno necessario. Integrità, passione, solidarietà, disciplina, rispetto queste sono le regole fondamentali del rugby.