Torna il Sei Nazioni di rugby senza terzo tempo

Torna il Sei Nazioni di rugby, con un’edizione speciale rispetto agli anni scorsi, rispetto alle caratteristiche alla tradizione di un evento come questo, ovvero la totale mancanza del Terzo Tempo, causa pandemia. Al Foro Italico manchera’ il fiore all’occhiello dell’ospitalita’ italiana, ma manterra’ il fascino di un evento storico come solo il Sei Nazioni puo’ essere. Presentata l’edizione 2021 del torneo, che si aprira’ il 6 febbraio proprio con l’Italia, che giochera’ a Roma contro la Francia. Le altre partite in casa degli azzurri sono in programma il 27 febbraio, Italia-Irlanda, e il 13 marzo, quando a Roma arrivera’ il Galles. “Questo torneo inaugura la stagione internazionale dell’anno 2021- ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malago’- E’ in concomitanza con Cortina, apre una lunghissima avventura che ci portera’ alle Olimpiadi e alle Paralimpiadi di Tokyo”. oltre a Malago’, erano presenti il Capo Allenatore della Nazionale, Franco Smith, il capitano azzurro Luca Bigi, Alfredo Gavazzi, presidente della Federazione Italiana Rugby, Virginia Raggi, sindaca di Roma, Vito Cozzoli, presidente di Sport e Salute, Alessandro Araimo, amministratore delegato di Discovery Italia.

“Abbiamo una squadra molto giovane- ha esordito Franco Smith durante la conferenza stampa- con una eta’ media di poco superiore ai 24 anni. Spaventarmi? C’e’ bisogno di coraggio e dare l’esempio. Questa e’ una squadra in costruzione e i giovani di qualita’ devono fare esperienza anche in campo. E’ cosi’ che possiamo arrivare a raggiungere l’obiettivo che tutti ci siamo preposti. Non sono tornato in Italia per fare la comparsa o per partecipare: voglio costruire – insieme a tutto lo staff e ai giocatori – una squadra che possa raggiungere risultati importanti sia a breve che a lungo termine”.

Le partite

Il programma si apre sabato 6 febbraio 2021 alle 15.15, con la gara inaugurale Italia-Francia (diretta tv su DMAX, diretta streaming su Discoveryplu), che allo Stadio Olimpico di Roma mette in palio anche il Trofeo Garibaldi. Gli azzurri, che non vincono con i galletti dal 2013, vogliono partire forte, i francesi invece mettere il primo mattone per la costruzione della casa chiamata titolo finale.

Alle 17.45, poi, l’Inghilterra campione in carica riceve la Scozia a Twickenham (diretta tv su MotorTrend, diretta streaming su Discoveryplus), per una partita sempre carica di aspetti tecnico-tattici, ma anche emozionali, che assegna anche la Calcutta Cup, attualmente tra le mani degli inglesi.

Domenica 7 febbraio, infine, alle 16 (diretta TV su MotorTrend, diretta streaming su Discoveryplus), il Galles, reduce da un anno 2020 molto difficile, con la caduta al nono posto del ranking mondiale, ospita un’Irlanda indecifrabile nella corsa al titolo.