U20 : lavorare per il gruppo

U20 : lavorare per il gruppo

Prima uscita ufficiale di questa nuova under 20 targata 2012/13…
Era importante per fare un pò il punto della situazione, individuare un pò le carenze e fare una scaletta delle priorità…
Non è che ci serviva la partita per capire… certe cose si notano subito, ma il confronto mette in gioco il carattere di una squadra, mette in evidenza come i ragazzi riescono ad affrontare poi le difficoltà di fronte all’avversario.
Abbiamo subito notato che manca il senso del gioco di squadra, questo per uno sport come il rugby diventa invalidante e negativo, non può esistere che le individualità non vengono sfruttate da tutta la squadra, questo significa non sostenere l’azione dei compagni e lasciare che il possesso di palla passi sempre in mano avversaria.
Il rugby non si gioca in difesa………si gioca in attacco sempre..con il possesso e senza il possesso….si gioca con la spinta totale della squadra guadagnando terremo per fare meta…e se non si fa tutti non si è efficaci nel gioco stesso..
Mi preme dire ai ragazzi che dobbiamo lavorare molto partendo da qui… dobbiamo trovare il gioco corale con il portatore supportato dai sostegni che intanto devono esserci subito….
Dobbiamo lavorare per fare gruppo…per il senso di appartenenza al gruppo…dobbiamo essere una sola cosa integrata in un progetto sportivo condiviso da tutti con degli obiettivi che abbiamo già individuato…
Nello sport non si fanno regali o sconti, per arrivare in fondo in modo dignitoso bisogna lavorare, impegnarsi al massimo, dare se stessi per i compagni visto che per fare meta ci vuole il supporto dei sostegni.
Ecco diciamo che abbiamo fissato il nostro punto zero…adesso bisogna cominciare a lavorare per contare in progressione in senso positivo,
daje tiburrrrrrrrrrr e in bocca al lupo

Giulio Checchi

AdminTivoliRugby2013

I commenti sono chiusi