Home

Pubblicato il protocollo per l’attività agonistica nazionale

La Federazione Italiana Rugby ha pubblicato oggi, a seguito dell’approvazione del Consiglio Federale, la versione aggiornata del protocollo per l’organizzazione degli allenamenti, integrato nella sua nuova versione con le linee guida ed i requisiti necessari per la ripresa in sicurezza dell’attività agonistica nazionale.
Il protocollo è applicato indistintamente a tutti i tesserati quale misura di salvaguardia della salute dell’intera comunità rugbistica nazionale.
Predisposto dalla FIR in coerenza con le vigenti disposizioni e con l’autorizzazione dell’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il protocollo è lo strumento fondamentale per la ripresa, ad ogni livello, della pratica agonistica del Gioco di Rugby in Italia, dopo che la pandemia da Sars-Cov2 aveva indotto il Consiglio Federale a dichiarare ufficialmente conclusa, il 26 marzo scorso, ogni competizione di carattere nazionale.
Il protocollo, che sostituisce le versioni precedentemente pubblicate mantenendo immutate le disposizioni per la ripresa degli allenamenti in sicurezza, richiede l’effettuazione di test sierologici  rapidi per atleti, tecnici e staff societari di ogni età e categoria, prima della ripresa di gare, competizioni, allenamenti congiunti con altre Società e amichevoli.
FIR riconoscerà un contributo forfettario per l’effettuazione di tali test-sierologici a tutte le Società affiliate, in base all’attività svolta dai singoli Club.
https://lazio.federugby.it/attachments/article/3466/protocolloattivit__nazionale_pubblicazione140920_def.pdf

GLI ALLENAMENTI ALL’OLINDO GALLI

La Tivoli Rugby, nononostante le tante difficoltà incontrate in questi anni, sta svolgendo attività sportiva all’Olindo Galli fino alla fine del mese di luglio. “Il problema pandemico – afferma il presidente Piervenanzi – non ci permette ad oggi di definire un calendario certo per la ripartenza. L’auspicio della società è che si possa osservare una pianificazione regolare. Le caratteristiche della ripartenza non potranno prescindere da un percorso di un graduale ritorno all’attività”. Per cui, nonostante la forza e l’energia del gruppo tiburtino, a monte c’è il problema campo: sfumata in parte la soluzione del campo C per un sinkhole, si potrebbe utilizzare la metà per il mini rugby, resterebbe il problema della formazione della Serie C che deve trovare assolutamente un campo di allenamento e di gara. Impresa impossibile?

Matteo Drudi alla corte del Benetton Rugby

Il Benetton Rugby ha ufficializzato il gruppo composto dai 6 permit players, sotto contratto con il club biancoverde, che integreranno la rosa in vista della prossima stagione. Si tratta degli atleti: Filippo Alongi,,Riccardo Favretto, Paolo Garbisi, Gianmarco Lucchesi , Manuel Zuliani e il nostro Matteo Drudi.

Matteo è cresciuto rugbisticamente nella Tivoli Rugby per poi passare all’Unione Rugby Capitolina, per poi difendere i colori del Frascati Rugby Club. È stato ammesso al primo anno accademico del centro di formazione FIR Under 18 nella stagione 2016/2017.

Invitato un anno fa ad aggregarsi al raduno estivo del Benetton Rugby, Drudi ha rappresentato la nazionale italiana nelle selezioni Under 17, Under 18 e Under 20. Ha partecipato al Mondiale U20 2019 e al Sei Nazioni U20 2019 e 2020, raccogliendo in totale 13 presenze e 3 mete.

Un sincero ed affettuoso augurio da tutta la famiglia della Tivoli Rugby