Il 20 ottobre parte il campionato di serie C2

Il 20 ottobre parte il campionato di serie C2

Al Campionato di Serie C Girone 2, per la stagione sportiva 2019/2020, sono iscritte 15 squadre del C.R. Lazio, le stesse vengono suddivise in 2 gironi, uno da 8 squadre ed uno da 7 squadre, e disputeranno un campionato articolato su due Fasi. La nostra formazione è inserita al girone 1 con: RUGBY NUOVO SALARIO ASD, ALL REDS RUGBY ROMA ASD, RUGBY BISONTI FROSINONE, ARVALIA VILLA PAMPHILI ROMA, POLISPORTIVA GRUPPO IDEE AD, POLISPORTIVA FRASSO SABINO, ASD TUSCIARUGBY POLISPORTIVA.

Il 20 ottobre la nostra formazione incontrerà fuori casa il Rugby Nuovo Salario.

 

 

Il mini rugby inizia il 18 settembre a Villa Adriana

Proprio cosi, avevamo annunciato che l’attività del mini rugby iniziasse a Guidonia, ma per motivi tecnici- burocratici ancora non è disponibile il campo, per cui tutti a Rocca Bruna il 18 settembre alle ore 17. Vi aspetteremo motivati e convinti di disputare una stagione all’insegna del divertimento, della condivisione e dell’inclusione.

Per ulteriori info chiamate 335 6887168 oppure contattateci sui social

Tivoli Rugby: appuntamento il 2 settembre per i Seniores, Under 18 e 16

Nonostante le difficoltà logistiche  la nostra società va avanti e mette in campo diverse novità, specialmente nel settore del mini rugby che verranno comunicate in seguito. Di contro il 2 settembre (ore 19) sono chiamati all’inizio della preparazione le categorie Seniores, Under 18 e 16 per affrontare la stagione sportiva 2019/2020 nei migliori dei modi. Un ricordo non può che andare a Giammarco che ci ha lasciati prematuramente ma che a fatto si , ancora una volta, che la famiglia del rugby si è riunita insieme per l’ultimo saluto.

Per coloro che intendessero avere informazioni su modalità, tempi e costi chiamare   tel. 3356887168

Tivoli Rugby, anno positivo in attesa del campo all’Olindo Galli

Un anno positivo per la Tivoli Rugby. La stagione delle aquile tiburtine, tra prima squadra, settore giovanile e minirugby, si è chiusa in maniera proficua. Per gli amaranto blu, oltre i risultati conquistati sul campo mischia dopo mischia, c’è la soddisfazione per gli obiettivi raggiunti lontani dai pali.

Su tutti l’aumento dei bambini iscritti al minirugby “Siamo riusciti a partecipare a 15 concentramenti – ha spiegato il presidente, Maurizio Piervenanzi – cosa che difficilmente riuscivamo a fare negli altri anni. Con questo numero di bambini, poi, siamo riusciti a portare avanti un buon lavoro durante la settimana. Sopratutto è un risultato che ci dà garanzie che la crescita della nostra società è sulla buona strada. Inoltre, numeri alla mano, ci stiamo consolidando come una delle società con più alto numero di bambini”. La ciliegina sulla torta di questa stagione, poi, è stata la prima edizione del Torneo Città di Tivoli: “Sono arrivate a Tivoli 20 società, oltre 500 bambini.

E’ stato un incredibile giorno di festa con la nostra città diventata per un giorno la capitale della palla ovale nel centro Italia”. “Anche le altre categorie giovanili – prosegue Piervenanzi – stanno andando bene. Hanno avuto buoni risultati sia le franchigie dell’Under 14, con Ciampino e Lupi Frascati, che le under 16 e 18 con Lazio Rugby. I nostri ragazzi hanno potuto fare esperienze di alto livello e stiamo già gettando le basi per rinnovare le partnership”. Obiettivo raggiungo anche per la prima squadra, arrivata ai play off per la C1: “La rosa corta non ci ha permesso di salire di categoria.

Tivoli Rugby, fiduciosi per il campo! Sapevamo sin da inizio stagione che sarebbe stata dura ma già essere arrivati ai play off è un importante risultato”. Ora, in attesa dello sciogliete le righe fissato per il prossimo 29 giugno, “quando ci vedremo tutti per la consueta festa al campo di Rocca Bruna”, si lavora già per la prossima stagione “che prenderà il via il 28 agosto con la preparazione per i nuovi campionati”. “Siamo fiduciosi nell’Amministrazione comunale – ha concluso il presidente della Tivoli Rugby – per la prosecuzione dei lavori per il Campo C dell’Arci, destinato al rugby. Con l’assegnazione di quell’area ad una società rugbystica si potrebbe creare per la nostra società l’occasione di avere una casa più consona”. (articolo pubblicato sul GIORNALEXL)